Lago Santo Modenese

Lago Santo Modenese

Maggio 27, 2016 Non attivi Di admin

Il Lago Santo modenese è un bacino lacustre di origine mista (glaciale e frana di crollo). Al nome si aggiunge “modenese” per distinguerlo da quello parmense e si trova nell’ alto appennino modenese, nel Parco del Frignano.

il Lago visto dal sentiero 527 che dal Giovo scende al passo della Boccaia

il Lago visto dal sentiero 527 che dal Giovo scende al passo della Boccaia

Lago Santo in estate

Lago Santo in estate

Lago Santo in inverno

Lago Santo in inverno

 

 

 

 

 

 

 

Perché “Santo”? La leggenda più poetica narra  di due pastorelli che in tempi antichi portavano a pascolare i loro greggi lungo le rive del lago. Il loro amore  era però contrastato dalle rispettive famiglie. In una calda giornata di primavera, i due innamorati decisero di incontrarsi ancora una volta presso il lago. Il pastorello giungeva dalla confinante Garfagnana mentre la giovinetta proveniva dall’Emilia. Quando si videro,l’uno sulla sponda del lago opposta all’altra,si corsero incontro per abbracciarsi ma il ghiaccio che copriva le acque del lago, si ruppe sotto di loro inghiottendo così i due innamorati nel loro ultimo abbraccio. Da qui, il nome di “Santo”.

I Campi di Annibale Cima dell'Omo e Cime di Romecchio

I Campi di Annibale
Cima dell’Omo e Cime di Romecchio

Nei dintorni i Campi di Annibale:  I Campi di Annibale, secondo la leggenda, sono il punto in cui Annibale fu costretto ad accamparsi a causa di alti febbri che colpirono i suoi soldati. La zona è caratterizzata da enormi massi di origine morenica. Da qui passa anche uno dei tracciati dell’antica Via dei Remi, infatti il sentiero compreso nel tratto tra il Passo della Boccaia e la Porticciola è conosciuto anche come Serra dei Paloni, per via del passaggio di tronchi lungo la via dei Remi.

 

 

Il lago Santo è punto di partenza di alcune escursioni ai monti Rondinaio, Giovo e La Nuda.

E’ posto tappa della GEA (Grande escursione appenninica) e dell’Alta Via dei Parchi, in questo tratto coincidenti).

Si può trovare ottima ospitalità in tre rifugi/alberghetti:

Inoltre, presso il parcheggio del Lago, si trova anche il bar ristorante il Cacciatore, del simpaticissimo Bruno Bettini, presso il quale trovate buona cucina e anche tanti prodotti del luogo in vendita (formaggi, confetture, frutti di bosco, ecc), prodotti dall’azienda di Tagliole Capricci del Bosco.

 


Source: Intorno al Monte cinone